7 PIATTI INVERNALI TIPICI DELLA LOMBARDIA!

Milano in Tour

29 Gennaio 2019

Nessun commento

Voglia di qualcosa di buono? 7 piatti tipici della Lombardia per affrontare l’inverno!

Avete voglia di gustarvi un tipico menù invernale lombardo?
Ecco 5 proposte tradizionali della cucina di Milano e dintorni, da provare nelle giornate della stagione fredda, per riscaldare corpo e spirito!

ZUPPA DI ZUCCA

Ingredienti: zucca, latte, burro, pasta corta, grana padano, sale, pepe.

Una delle regine della tavola autunnale ed invernale: la zucca, rinomata per le sue proprietà benefiche e per la scarsa propensione a far ingrassare (yeeeahhh!).

La minestra di zucca ha origini nella provincia di Milano: è un piatto che scalda, fa bene e, grazie alla sua semplice preparazione, non porta via troppo tempo alla frenetica routine quotidiana!

Ecco una ricetta per una splendida vellutata di zucca, versione più trendy della tipica zuppa:
https://bit.ly/2MIZbK4

piatti tipici lombardia

CASSOEULA

Ingredienti: parti meno nobili del maiale (cotenna, codini, orecchie, piedi, ecc.), luganega, costolette e verza.

Riconducibile ad altri piatti tradizionali europei, come la choucroute alsaziana, la cassoulet della Linguadoca e la Sauerkraut tedesca,  la leggenda vuole che un soldato spagnolo insegnasse la ricetta della cassoeula alla sua innamorata, una cuoca, che la cucinò per la famiglia nobile per cui lavorava.
E da qui il piatto si diffuse.

Anni fa la cassoeula si preparava coi tagli poveri del porco uniti alla verza, il 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate, l’eremita amico dei maiali e data che segnava la fine del periodo delle macellazioni di quegli animali.
Al giorno d’oggi, fin dalle prime gelate autunnali, ogni occasione è buona per gustare questo piatto, la cui pronuncia segna lo spartiacque tra lombardi e non 😉

Ecco una ricetta della cassoeula:
https://bit.ly/2UkzcLw

MOSTARDA

Ingredienti: frutta, zucchero ed essenza di senape.

Nata nel Seicento, la mostarda ha numerose varianti, ma resta una pietanza tipica della Lombardia, usata per accompagnare salumi e formaggi, bolliti o come ingrediente del ripieno per i tortelli. E chi più ne ha, più ne metta!
Tipica del periodo natalizio, varia in maniera sostanziale da provincia a provincia: a Cremona è molto piccante, a Milano più speziata, a Voghera è leggera ed a Mantova viene fatta solo con mele fritte, miele e vino bianco.
Molto gustosa è la versione con la frutta fresca, anziché candita.
Quest’ultima è più industriale, mentre la prima riporta alla genuina tradizione contadina, che adottava questo metodo di conservazione della frutta nel periodo invernale.
É nato anche un Festival, che si tiene a fine ottobre a Cremona, una delle patrie putative della mostarda.

piatti tipici lombardia

BARBAJADA

Ingredienti: cioccolata, latte, caffè, zucchero, panna.

Quasi scomparsa dai tavolini dei bar, nei freddi pomeriggi invernali milanesi, la barbajada deve il suo nome a Domenico Barbaja, impresario teatrale della prima metà dell’800.
Barbaja lavorò come cameriere in un bar ed assunse la paternità di una bevanda che si pensa fu il primo cappuccino della storia e della sua variante con il cioccolato caldo, la barbajada, appunto.
Che ha ricevuto, nel 2008, la De.Co. (denominazione comunale) da parte del Comune di Milano.

A base di cioccolata, latte e caffè (in eguali dosi) e zucchero, lavorata con la frusta fino a schiumare, in inverno è tipicamente servita calda, con la panna.

piatti tipici lombardia

POLENTA E MISULTIN

Ingredienti: polenta, misultin (in italiano missoltini), olio.

L’abbinamento polenta e misultin è un piatto tipico della zona del Lago di Como. Il misultin è un pesce che vive nei laghi lombardi e che richiede una particolare lavorazione per poterlo conservare a lungo. Al contrario la preparazione della portata è assai semplice e leggera: i pesci sono scottati alla griglia e serviti con un contorno di polenta.

 

TRIPPA

Ingredienti base: trippa, fagioli, pancetta, erbe aromatiche e burro.

Piatto appartenente a svariate tradizioni regionali italiane, la trippa alla milanese è chiamata anche “busecca”. Tempo fa veniva proposta soltanto per le festività e in particolare per la Vigilia di Natale. Poi si è diffusa anche negli altri periodi dell’anno sia a Milano che nelle zone circostanti. Non a caso i milanesi goliardicamente sono chiamati anche “busecconi”, cioè “mangia-trippa” 🙂

RISOTTO ALLA MILANESE

Ingredienti: riso, zafferano, burro (opzionale l’ossobuco)

Terminiamo la nostra gustosa carrellata con il piatto milanese per eccellenza: il risotto allo zafferano!
La leggenda narra che, nel lontano 1500, la figlia di un vetraio del Duomo  provò a usare lo zafferano per tingere e condire il risotto, utilizzando il pistillo che fino a quel momento veniva usato solamente dai mastri vetrai per ottenere il colore oro nel vetro. Il consenso per questo nuovo piatto fu tale che la ricetta entrò a ben ragione tra le più rinomate del territorio.

piatti tipici lombardia

Alla prossima serie di curiosità su Milano, e buon appetito!

Paola – Milano In Tour

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visite guidate milano in tour