4 CURIOSITA' SUL QUARTIERE DI PAOLO SARPI, LA CHINATOWN DI MILANO!

Milano in Tour

25 Gennaio 2019

Nessun commento

4 Curiosità da sul quartiere di Paolo Sarpi, la Chinatown di Milano!

Paolo Sarpi è una zona di Milano oggi molto alla moda, e coincide anche con la Chinatown della nostra città.

Andiamo alla scoperta di questo affascinante angolo di Cina a 10.000 km da Shangai!

Spesso, per fare un viaggio in estremo oriente, non è necessario spendere soldi, ore e ore di volo e andare a 10.000 km di distanza!
Possiamo infatti trovare un piccolo angolo di Cina anche a Milano, nella zona denominata “Paolo Sarpi” (vicino alla fermata Moscova della MM2 Verde)!
Si tratta della nostra piccola Chinatown, una zona spesso sottovalutata ma che, negli ultimi anni, è diventata all’ultima moda e super frequentata.

Tuffiamoci insieme fra i profumi di oriente!

PRIMA DELLA CINA

La Zona Paolo Sarpi non è stata sempre sede della comunità cinese di Milano.
In passato, infatti, questo quartiere era noto come “Borgo degli Ortolani”.
Solo dal 1920 ha avuto inizio la presenza cinese a Milano grazie ad una massiccia immigrazione dalla regione dello Zhejiang, soprattutto dalla città di Wenzhou, dalla quale proviene circa il 90% delle persone cinesi residenti in Italia.
Perchè è stato scelto proprio il Borgo degli Ortolani?
Perchè si trattava di una zona che, per il particolare tessuto urbanistico, favoriva la concentrazione di laboratori nei cortili delle abitazioni.
Pensate che, già durante il fascismo, il quartiere era chiamato “quartier generale dei cinesi“.

Paolo Sarpi Chinatown Milano

LE PRIME ATTIVITA’ LAVORATIVE

Le prime attività, localizzate principalmente attorno a via Luigi Canonica erano legate alla lavorazione della seta, specialmente per la produzione di cravatte.
Questo grazie alla vicinanza con gli impianti industriali del comasco, zona fiorente per gli indumenti e gli accessori serici.
Durante la Seconda guerra mondiale la lavorazione dei laboratori cinesi venne convertita in quella della pelle, al fine di fornire cinture militari ai contingenti italiani.

Paolo Sarpi Chinatown Milano

LA RIQUALIFICAZIONE

Il quartiere nel 2010 è stato rimesso in lustro da un intervento di riqualificazione urbana: ripavimentazione in pietra, pedonalizzazione e aiuole e alberi.

La zona è piena di localini dove mangiare e assaporare i migliori sapori della tradizione cinese e della cucina fusion.
Vale la pena di fare un giro esaltare il vostro lato goloso!

Paolo Sarpi Chinatown Milano

IL CAPODANNO CINESE

Uno dei momenti più tipici e suggestivi da vivere in Paolo Sarpi è il Capodanno Cinese, che si festeggia però in un momento diverso dal nostro capodanno.
Il Capodanno Cinese segna la fine dell’anno e l’inizio del nuovo, ma in Cina e negli altri paesi in cui viene festeggiato è noto come Festa di Primavera o anche Capodanno Lunare.
Il Capodanno Cinese è una festa mobile e può cadere in un giorno qualsiasi compreso fra il 21 gennaio e il 19 febbraio, e ogni anno è contrassegnato dalla predominanza di un animale.
Questo sarà l‘anno del maiale, uno dei 12 animali che corsero da Buddha quando questi li chiamò ed è simbolo di stabilità, generosità, altruismo.

Paolo Sarpi Chinatown Milano

Alla prossima serie di curiosità su Milano, e buon anno del Maiale!

Paola – Milano In Tour

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visite guidate milano in tour