5 CURIOSITA' SUL CARNEVALE AMBROSIANO!

Milano in Tour

25 Febbraio 2020

Nessun commento

5 Curiosità sul carnevale ambrosiano!

Il carnevale ambrosiano si celebra a Milano il sabato dopo le Ceneri, quando per tutti è già tempo di Quaresima. Perché?
Scopriamo le leggende più popolari sull’origine del rito e altre curiosità sul carnevale meneghino!

 

CARNEVALE AMBROSIANO: LE ORIGINI

Esistono diverse leggende sull’origine del carnale ambrosiano: la prima narra che i milanesi abbiano voluto attendere per i festeggiamenti il ritorno di Sant’Ambrogio, allora Vescovo della città, che in quel momento era lontano per un pellegrinaggio. Un’altra versione vuole che fu lo stesso Vescovo a chiedere al popolo di aspettarlo. Un’altra storia racconta invece che la fine di una grave pestilenza andasse a coincidere con il periodo precedente la Quaresima: per questo il Vescovo chiese al Papa qualche giorno in più di festeggiamento, per non gravare troppo sul morale dei milanesi a cui probabilmente già allora era meglio non “fa ménga girà ‘i bàll”.

curiosità carnevale ambrosiano

CARNEVALE AMBROSIANO: LE MASCHERE

Le maschere più famose del carnevale ambrosiano sono Meneghino (diminutivo di Domenico) e Cecca (abbreviazione di Francesca): il primo è un servitore chiacchierone e divertente, rozzo ma abile nel difendere il suo signore. È vestito in modo “sobrio”: copricapo a tre punte, una parrucca con il codino alla francese, una giacca lunga, calzoni al ginocchio e calze rosse a righe. La Cecca (l’articolo a Milano è d’obbligo) è la moglie di Meneghino: sorridente, schietta e sincera, porta gli zoccoli e un grembiule bianco, oltre che uno scialle sulle spalle. È la tradizionale coppia milanese che con abilità, ma anche sacrificio, fa quadrare i conti a fine mese.

curiosità carnevale ambrosiano

CARNEVALE AMBROSIANO: I DOLCI

Durante il carnevale a Milano si mangiano le chiacchiere: a dir la verità non solo qui, perché, anche se la definizione è di origine lombarda, sono dolci diffusi in tutto il Paese. La peculiarità di quelle meneghine è che vengono cotte al forno: sono quindi molto più leggere di quelle fritte. Ma non c’è da preoccuparsi perché vengono poi coperte a piacere con zucchero a velo o semolato, cacao amaro o cioccolato: per rimanere a stecchetto c’è tempo tutta la Quaresima.

curiosità carnevale ambrosiano

CARNEVALE AMBROSIANO: ALTRI DOLCI TIPICI

Non solo chiacchiere. Altri dolci tipici di questo periodo sono i tortelli milanesi, chiamati farsòe: sono palline di farina, uova e zucchero e burro fritte nell’olio bollente e infine farcite con crema o cioccolato. Un’interessante variante prevede il ripieno di cubetti di mela: in questo caso sono chiamati Làciàditt. In tutti i casi, creano dipendenza.

CARNEVALE AMBROSIANO: I LUOGHI

Il rito ambrosiano non viene celebrato solo nel capoluogo lombardo ma nei comuni che fanno parte dell’arcidiocesi di Milano (le province di Milano, Monza, Lecco, Varese e in parte Como) e in alcune zone che un tempo ne facevano parte (per esempio nel bergamasco). Anche in questo caso, proprio come prevede il carnevale ambrosiano, la festa è prolungata fino al sabato successivo al tradizionale martedì grasso. Buon carnevale!

Alle prossime curiosità amici!
Vi aspetto sulla Pagina Facebook di Milano In Tour o sul nostro Profilo Instagram per nuove, mirabolanti avventure!

Paola – Milano In Tour

Prossimi Tour

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

visite guidate milano in tour